martedì 7 giugno 2011

avviso di servizio, come anticipato nel precedente post causa cambio host e anche rinnovo sito-blog-pulizia auto-ore passate dal parrucchiere ecc, il mio dominio (sito ed email) sarà offline per un pò, non so bene da quando, nè per quanto. Mi limito ad aver ritrovato la fede per l'occasione e a pregare dio che tutto vada per il verso giusto, almeno sino a quando non sarà di nuovo tutto ok. Poi di nuovo ognuno per conto suo :D

lunedì 16 maggio 2011

non sono scomparso, a breve interessanti novità, ovvero migrazione verso wordpress sia come blog che come sito in modo da unire le due cose com'è giusto che che sia...e probabile nuovo host...

domenica 26 settembre 2010

Ragazzi tenendo conto dell'interesse e delle potenziali iscrizioni e di quelle già pervenute stiamo arrivando al limite consentito dalla sala, vale il discorso chi prima arriva ( ovvero versa l'obolo confermando l'iscrizione :) ) alloggia :)

martedì 21 settembre 2010

PhotoWorkShop - tecniche di elaborazione per il ritratto


Istruttivo, divertente ed efficace, il suo scopo è aiutarti ad ottenere il meglio dai tuoi scatti, ed a risolvere problemi che spesso si presentano quando non si usano attrezzatura professionali.

QUANDO: 31 ottobre 2010
DOVE: Hotel Le Ruote a Roveleto di Cadeo, a due passi da Piacenza e l’autostrada.
DURATA: dalle 9.00 (checkin) alle 13,00. E dalle 14,30 alle 18,30. Per il pranzo puoi usufruire del ristorante dell’albergo, altrimenti sulla via Emilia trovi dalla trattoria tipica al barettino per un panino (visto il vinello buono ti sconsiglio a pranzo di berne salvo farti una sonora dormita durante al corso nel pomeriggio cosa che ti sconsiglio :D...però a fine corso possiamo andarci a sbevazzare qualcosa molto volentieri :D).
COME: ti mosterò a video tutte le fasi del fotoritocco, spiegandoti perchè e il come fare una cosa o un’altra, mentre tu te ne starai spaparanzato su una sedia o a prendere appunti o a seguirmi col tuo portatile.
CHI: il workshop è tenuto da Raffaello Di Lorenzo, ovvero io che scrivo, più di dieci anni di esperienza nella fotografia e nell’insegnamento, perchè saper fare le cose non significa sapere come insegnarle nel modo migliore per te.
PERCHE’: se vuoi dare una svolta alla qualità delle tue immagini, sei una persione seria ma non seriosa e quindi ti piace imparare divertendoti, allora il corso giusto per TE!
COSA: alcuni degli argomenti trattati riguardano gestione del flusso di lavoro, analisi dell’immagine, tecniche di correzione dei difetti (dalla pelle alla forma del corpo), miglioramento dell’ immagine, makeup digitale, effetti creativi, tecniche di nitidezza e preparazione dell’immagine per la stampa e per il web.
QUANTO: il workshop costa 90€ da versare tramite paypal nel sito:
www.raffaellodilorenzo.com - sezione shop
o versando la quota tramite postepay, in tal caso contattami via email per gli estremi del versamento. Il partecipante sarà ritenuto iscritto solo all’effettivo versamento della quota. Non sono accettati iscrizioni o saldi in loco. I posti sono limitati, raggiunti i quali nn sarà più possibile iscriversi. Termine ultimo per iscriversi il 20 ottobre 2010.
Per maggiori informazioni:
cel. 340 90 500 33
oppure info@raffaellodilorenzo.com
Per iscriversi: www.raffaellodilorenzo.com/shop

lunedì 20 settembre 2010

Camera Obscura

Uno dei migliori blog di fotografia che conosca consigliatissimo davvero, poi questo posty è veramente molto molto interessante:

domenica 25 luglio 2010

Esposizione e fuffe

“La mia macchina fotografica deve avere qualche difetto...se fotografo un muro bianco me lo fa diventare grigio e se fotografo un muro nero me lo fa diventare grigio”...
“Ma i due grigi sono uguali?” chiedo io
“Si uguali uguali” mi risponde, “ è una cosa grave?”
“No anzi, la macchina funziona perfettamente!”



Si perchè la missione (come si direbbe oggi ) dell'esposimetro è portare tutto al grigio...c'è anche il detto "zona grigia" eheheh "né bianco né nero"...grigio..anzi grigio al 18% per essere precisi....
In pratica qualsiasi cosa l'esposimetro veda, bianco, nero, rosso, verde e verdone... calcolerà e indicherà la coppia tempo-diaframma per far si che venga riprodotto con una tonalità del 18% ovvero il famoso grigio medio.
Si sono bevuti il cervello? No in realtà se si facesse la sommatoria di tutte le luminosità presenti mediamente in una scena si otterrebbe praticamente il 18% toh guarda caso il valore di riferimento dell'esposimetro. Ora dovreste fare tutti "OOOOOHHHHHHHH"

Facciamo un esempio. In genere si paragona l'esporre una foto come al riempire con acqua un contenitore. Noi possiamo decidere per quanto tempo aprire il rubinetto (il tempo) e quanto grosso deve essere il tubo in cui passa l'acqua (diaframma). L'esposimetro calcola il tempo e il diaframma per far si che l'acqua riempia correttamente il nostro contenitore, evitando che ci sia troppa acqua col rischio che debordi (sovraesposizone, troppa luce=foto chiara chiara) o che ce ne sia troppa poca (sottoesposozione, poca luce= foto scura).
Visto che siamo in estate si beve tanto. Abbiamo un dosatore di bevande che sarebbe il nostro esposimetro.. Allora hanno preso le varie misure dei bicchieri, calice da champagne, calice tondo, flute, napoleone ecc, e hanno fatto una media (il famoso grigio 18%). In genere funziona bene e il dosatore-esposimetro versa la quantità che va bene per tutte. Chiaro che se un giorno mi presento col bichierino da grappa o col boccale di birra da 1 pinta allora non andrà bene e dovrò o foermare prima il doatore o azionarlo più volte...

Se devo fotografare un interessantissimo muro bianco o me stesso (tanto a colore siamo li )...o nero...bè devo tener conto di questa cosa e quindi, nel caso del muro bianco, decidere di sovraesporre intenzionalmente, nel caso del muro nero ovviamente sottoesporre cioè far entrare meno luce sul sensore.
E come si fa questa cosa terribile? Per sovraesporre, ovvero far entrare più luce basta diminuire il tempo che so da 1/125 a 1/60 o 1/30, oppure aprire il diaframma, da 5,6 passare a 4 o 2,8. E quell'altra cosa terribile far diventare il muro nero da grigio al suo nero? Bè il contrario del muro bianco, ovvero fai entrare meno luce, da 1/125 passare a 1/250 o 1/500, oppure agire sul diaframma passando da 5,6 a 8 oppure 11. tutte le macchine hanno delle rotelline o pulsanti che servono a tale scopo...(Io all'inizio le giravo più o meno a caso...anzi più..molto più a caso...dicendomi vedrai che foto alternative...dopo che il fotografo mi ha consegnato 3 foto e anche sovraesposte su un rullino di 36 ho smesso con questo tipo di foto alternative e ho deciso di studiare come funziona il tutto ))

Quindi siccome sono tanto affezionato al concetto "sapere cosa vuoi è più importante dell'attrezzatura che hai", decidere cosa nella scena deve avere la primaria importanza ti aiuterà a decidere se seguire le indicazione dell'esposimetro oppure decidere se sovraesporre o meno. Col digitle è facile, basta guardare il display...no sbagliato..il display è un infame bastardo traditore...è più importante l'istogramma. Istochecacchioohaiscritto?

Come funziona l'istogramma...bè visto e considerat che sono pigro anzi diversamente-attivo qui c'è un link dell'inteeressantissimo forum di juza che lo spiega benissimo

www.juzaphoto.com/it/articoli/esposizione_ed_istogramma.htm

e magari vi aiuta a capire anche perchè l'idea del “fotografiamo in manuale così imparo a fotografare” è una fuffa colossale...

Per chi sa cosa è il cartoncino grigio, ne esiste una versione della lastolite che io trovo molto utile, primo perché mi permette di avere una corretta esposizone o cmq un buon punto di partenza, secondo aspetto decisamente più utile mi permette di calibrare corettamente il bilanciamento del bianco (sia eventualmente in fase di scatto (poco pratico) sia in fate di elaborazione (decisamente più utile)).

A presto

Raff